Interventi chirurgici

img-chirurgica

I procedimenti chirurgici epr eliminare le varici sono differenti, però tutti consistono, generalmente, nella soppressione radicale della rete venosa superificiale malata attraverso l’estirpazione del maggior numero di vene varicose possibile. I principali sono:

Trattamento endoluminale con laser: È un trattamento alternatico alla chirurgia convenzionale, indicato per le vene varicose maggiori di 2 o 3 mm, si realiza generalmente sotto anestesia locale e consiste nell’introduzione di una sonda di fibra ottica (tubo di 3 mm) nell’interno della vena sofferente, e la chiusura della stessa con la liberazione del calore che produce il laser. In queste vene varicose è controindicato il laser transcutaneo, poichè la quantità di calore necessaria per eliminarle brucerebbe la pelle. Per le sue caratteristiche questo trattamento è adeguato per persone che hanno varici recidive (ricadute), pazienti con problemi di coagulazione e malati di età avanzata e con una sotria medica specifica che non gli permetta di camminare per tragitti più o meno lunchi. Una volta conclusa l’operazione di procederà al bendaggio tramite una calza elastica per comprimere le zone.

Flebectomía: Si utiliza comunemente in pazienti che soffrono di varici di medio e grande calibro (a volte, in alcuni casi, questo trattamento si completa con l’applicazione di sclerosi per varici di piccole dimensioni). Consiste nell’eliminazione delle vene dilatate attraverso piccole incisioni di non più di 2 mm, realizzate con una sonda di flebectomia che si inserisce sotto la superficie della pelle per estirpare le vene varicose. Il recupero, come in tutti i trattamenti, dipenderà dalle varici e dal trattamento, però è necessario usare calze elastiche per circa due o tre settimane dopo la chiurgia.

Safenectomia: Si tratat della ritirata delle vene varicose per mezzo di una scissione parziale o totale della vena safena. Si realizza con anestesia epidurale e tramite incisioni minime. È necessario un giorno di ricovero e si impiega anche negli interventi di ponteggio aortocoronario.

Chirurgia emodinamica CHIVA: La silga CHIVA significa “correzione emodinamica della sindrome varicosa”. Questa chirurgia consiste nel ricondurre il sangue, senza necessità di estirpare el vene. Prima si realizza uno studio di ecodoppler per determinare i punti strategici che sviluppano le varici o le mantengono. Poichè si realizza la chirurgia in questi punti specifici attraverso anestesia locale. È un’operazione semplice, ha un intervento di 30-45 minuti, ambulatoriale e con buoni risultati.

Guadagna 5€ di bienvenuto Iscriviti e cogli l’occasione dello sconto di 5€ e di molte altre offerte.